Pubblicato il

La moda uomo della primavera estate 2019 secondo i migliori stilisti giapponesi

Le creazioni di Yohji Yamamoto, Comme des Ad accomunarli c’è il paese d’origine, il Giappone. Un denominatore comune che influenza e ispira i fashion designer stagione dopo stagione. Ciascuno di loro, però, ne declina referenze estetiche e tecniche sartoriali secondo la propria visione, imprimendo i capi di codici sempre nuovi ma ben riconoscibili. Così nella primavera estate 2019 di Yohji Yamamoto vincono il nero e le stratificazioni.

Se si passa a Comme des Garçons la passerella si anima di abiti sartoriali in versione remixata e stravagante. Con Issey Miyake si torna invece a un vestire disinvolto e destrutturato, mentre Undercover immagina di vestire otto gang come I guerrieri della notte. Fino a Sacai, che disegna un guardaroba di uniformi in versione tribale. Ecco quindi la prossima stagione estiva vista attraverso gli occhi di cinque grandi esponenti dell’estetica nipponica.

La primavera estate 2019 firmata Yohji Yamamoto è un tributo all’iconico nero e alle sue sovrapposizioni. A intervallare i codici dello stilista originario di Tokyo sono tocchi di colore e stampe vibranti, che svettano sui look destrutturati tra motivi floreali, ideogrammi e geishe. A emergere dalla collezione è così un fascino sotteso e misterioso, che seduce tra silhouette drappeggiate e volumi macro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *